Domani pomeriggio, 29 ottobre 2020 ad ore 16, si terrà il primo consiglio comunale in diretta streaming dal sito del Comune di Nago Torbole. Un piccolo successo del nostro gruppo consiliare, che lo scorso 18 ottobre presentava una mozione per richiedere appunto la trasmissione in diretta streaming dei successivi consigli comunali.

La diretta streaming sarà seguibile al seguente link

Lo stesso link per accedere alla diretta, è pubblicato anche sul sito del comune.nago-torbole.tn.it

Eccovi il testo integrale della mozione presentata dai nostri consiglieri:

MOZIONE

“Consigli comunali trasmessi in diretta streaming via web sul sito del Comune”

PREMESSO CHE

Nella passata consiliatura, in data 15 dicembre 2016, venne presentata dal gruppo Partecipiamo per Nago Torbole l’interrogazione avente lo stesso oggetto di questa mozione, della quale riportiamo di seguito alcuni passi salienti.

“ Con Legge 7 giugno 2000 n. 150 “Disciplina delle attività di informazione e di comunicazione delle pubbliche amministrazioni”, il legislatore ha previsto che nelle pubbliche amministrazioni, i sistemi audiovisivi e quelli telematici siano posti sullo stesso piano della stampa tradizionale, incentivando di conseguenza l’utilizzo dei mezzi informatici per arrivare ad assicurare la diffusione di messaggi utili ai cittadini. Infatti, l’art. 2 della su citata Legge, così recita: “Le attività di informazione e di comunicazione sono attuate con ogni mezzo di trasmissione idoneo ad assicurare la necessaria diffusione di messaggi, anche attraverso la strumentazione grafico-editoriale, le strutture informatiche, le funzioni di sportello, le reti civiche, le iniziative di comunicazione integrata e i sistemi telematici multimediali”.

Negli anni a seguire, furono introdotti ulteriori strumenti legislativi al fine di regolare tale materia, in particolare il “Codice dell’Amministrazione Digitale” definito con il Decreto Legislativo n. 82 del 7 marzo 2005 e successivamente integrato con il Decreto Legislativo 4 aprile 2006, n. 159, il cui articolo 9 recita: “Lo Stato favorisce ogni forma di uso delle nuove tecnologie per promuovere una maggiore partecipazione dei cittadini, anche residenti all’estero, al processo democratico e per facilitare l’esercizio dei diritti politici e civili sia individuali che collettivi”.

EVIDENZIATO CHE

– la trasmissione in diretta streaming via web delle sedute del Consiglio comunale, così come l’archiviazione delle registrazioni delle sedute consultabili da chiunque sul sito del Comune, andrebbero a rafforzare quanto già avviato dalle passate Amministrazioni in tema di trasparenza dell’amministrazione e tenderebbero a facilitare la partecipazione dei cittadini.

CONSIDERATO CHE

– le sedute del ·consiglio comunale sono pubbliche e sono la massima espressione del lavoro istituzionale dell’Amministrazione comunale;

– il controllo da parte del cittadino deve essere da incentivo per i rappresentanti politici per un’amministrazione della res pubblica competente e rivolta esclusivamente alla tutela dell’interesse collettivo;

– è altrettanto comprovato che viviamo una fase di sfiducia delle persone rispetto al ruolo dei politici, tanto che un intervento che avvicini l’amministrazione alla cittadinanza potrebbe essere utile ad aumentare il senso di partecipazione dei cittadini alla vita politica e diminuire la distanza percepita tra gli stessi e i propri amministratori;

– la trasmissione in streaming del Consiglio comunale rappresenta una di quelle operazioni che possono favorire la puntuale informazione del cittadino, oltre a quanto già fatto grazie al notiziario comunale, dal momento che molti cittadini, per problemi di salute, di lavoro, famigliari, ecc., non possono partecipare direttamente a tali sedute;

– già numerose amministrazioni locali hanno adottato la decisione di trasmettere via web il Consiglio comunale, testimoniando che nulla osta al rispetto della privacy già garantita dalle normative vigenti, tanto che lo stesso Garante della Privacy si è espresso favorevolmente, in più occasioni, sin dell’anno 2002 in relazione alla pubblicazione in streaming dei Consigli comunali con riferimento alle normative vigenti (D.lgs. n.267/2000);

– tali amministrazioni hanno riscontrato un sensibile incremento della partecipazione diretta dei cittadini alle attività dell’Amministrazione comunale;

– l’accesso alle assemblee elettive è un diritto del cittadino e gli amministratori hanno il dovere intrinseco al proprio ruolo di renderle facilmente fruibili a tutti… [omissis]”

PRESO ATTO INFINE CHE

  1. nella risposta prot. 577 del 17/01/2017 il Sindaco rispondeva:
  2. Nelle linee programmatiche del mandato 2015-2020 a pag. 17, si legge,
  3. Il nuovo municipio è stato terminato, inaugurato e la nuova sala del Consiglio viene utilizzata per le sedute dello stesso
  4. L’avvento della pandemia da Covid19 impone ad oggi comportamenti atti ad evitare assembramenti, ha reso praticamente imprescindibile l’attivazione della diretta streaming video dei consigli comunali come unico mezzo per garantire la partecipazione attiva dei cittadini alla vita politica della comunità nel rispetto delle direttive dei vari DPCM che vietano, di fatto, riunioni numerose per garantire il distanziamento

Tutto ciò premesso i sotto firmati consiglieri comunali di “Progetto Comune per Nago Torbole” impegnano la Giunta ed il Sindaco a:

  1. Procedere tempestivamente a tutte le attività atte a valorizzare l’attività del Consiglio Comunale neoeletto, attivando il più presto possibile la messa in rete della diretta streaming video delle sedute del civico consesso;
  2. Informare la popolazione della possibilità di assistere al consiglio comunale in diretta streaming, anche organizzando una serata informativa sul tema prevedendo, se necessario, l’avvio del servizio in fase sperimentale.

I consiglieri di Progetto Comune per Nago Torbole