La particolare vocazione naturalistica dell’ecosistema del Monte Baldo e la straordinaria varietà della sua flora sono una peculiarità che spicca su tutto l’arco alpino grazie alla particolare sovrapposizione fra ambiente mediterraneo e alpino che da vita a quella biodiversità straordinaria che nei secoli è stata descritta in trattati di enorme valore storico realizzati da naturalisti di fama che ne restarono affascinati.

Il valore storico del Baldo nasce con il suo ruolo di primaria importanza in epoca preistorica e arriva agli avvenimenti del primo conflitto mondiale che vi han lasciato segni indelebili, con ampi manufatti che chiedono di essere preservati e valorizzati.

Non ultimo è il grande valore paesaggistico e attrattivo per turisti e escursionisti, che lo rende una risorsa fondamentale per l’economia locale, legata alle attività dell’ outdoor quali, mountainbike, arrampicata sportiva, trekking e parapendio.

Con un ottica di ulteriore valorizzazione, Progetto Comune vuole contribuire a far sì che il Monte Baldo venga riconosciuto come patrimonio dell’UNESCO, affinché sia dato ulteriore pregio a questa nostra risorsa. Abbiamo pertanto presentato una mozione che invita l’amministrazione a partecipare attivamente all’iter per il riconocimento come patrimonio UNESCO.

L’auspicio è che l’amministrazione contribuisca a questo iter con due semplici azioni:

  1. Sostenere l’iter per la candidatura del Monte Baldo a sito Patrimonio misto, naturale, culturale e sociale, dell’Umanità UNESCO
  2. Dare la più ampia pubblicità all’iniziativa attivando un procedimento di partecipazione della cittadinanza

Di seguito il testo completo della mozione:

Dal 2018 i dieci comuni veneti ed i quattro trentini – tra i quali Nago-Torbole hanno espresso la volontà di avanzare la candidatura del Monte Baldo quale sito misto Patrimonio dell’Umanità.

Nel documento “Piano strategico del turismo 2017-2022” si identificano i siti UNESCO come luoghi che accrescono l’attività turistica e culturale.

Il 2-3-4 dicembre 2018 a sostegno della candidatura del Monte Baldo a sito UNESCO si è tenuto a Trento il Convegno internazionale “Natura e Cultura” un approccio possibile, Convegno replicato a Brentonico dal 21 al 24 giugno 2019 con sottotitolo Scienza e Storia a confronto.

Sempre a Brentonico nell’estate 2018 vi sono state quattro serate inserite nell’iniziativa Monte Baldo mon amour che hanno toccato i diversi aspettia sostegno della candidatura: l’editoria, la visione politica, le opportunità economiche e sociali e la narrazione culturale e mitologica con l’intervento di personaggi di alto profilo.

Per anni la manifestazione Il fiore del Baldo ha ottenuto un successo strepitoso presso la cittadinanza e presso i numerosi ospiti

CONSIDERATO CHE

Al convegno di Brentonico è giunta la lettera di saluto dell’assessore alla cultura della Regione Veneto Cristiano Corazzari, che ha sottolineato come l’iniziativa ben si inserisca nell’ambito di un percorso di valorizzazione incentrato su un’eccellenza territoriale condivisa dai nostri rispettivi Enti, a cui la Regione Veneto è effettivamente molto sensibile. Nella sua lettera, l’assessore ha confermato la disponibilità del Veneto a dare il proprio appoggio ad un’iniziativa che intende valorizzare un sito di straordinario interesse naturalistico e scientifico.

Nella seduta del 6 agosto 2020 del Consiglio della Provincia Autonoma di Trento l’Ordine del Giorno n. 246 (All. E) ha previsto ed approvato il sostegno all’iter per la candidatura del Monte Baldo a sito Patrimonio misto dell’Umanità UNESCO, in relazione al disegno di legge n. 53 “Disciplina della promozione territoriale e del marketing turistico in Trentino”.

TUTTO CIO’ PREMESSO

I sottofirmati consiglieri comunali di Progetto Comune per Nago-Torbole impegnano il Sindaco e la Giunta Comunale a:

  1. Sostenere l’iter per la candidatura del Monte Baldo a sito Patrimonio misto, naturale, culturale e sociale, dell’Umanità UNESCO
  2. Dare la più ampia pubblicità all’iniziativa attivando un procedimento di partecipazione della cittadinanza

I consiglieri di Progetto Comune per Nago Torbole