Al consiglio comunale di lunedì sera si è saputo qualcosa di più sulla situazione dell’amianto presente presso l’Ex albergo Tetto d’Oro. La proprietà dell’area ha depositato un piano di lavoro per bonificare l’area, del quale non è stato attuato praticamente nulla. Soltanto una rete è stata deposta sulle lastre, che sicuramente non può prevenire il volatilizzarsi delle fibre di eternit.

L’intervento è stato quindi minimale, mentre l’amministrazione dichiarava il 20 luglio scorso, dichiarava che la situazione è ben nota. Siamo al 15 di settembre ma nulla di fatto, nonostante la situazione è stata dichiarata ben nota dall’amministrazione.

La volontà di Progetto Comune è quella di tutelare la salute pubblica, senza anteporre interessi privati sull’area. Il piano di bonifica depositato dalla proprietà si sarebbe dovuto ultimare alla fine di agosto, occupando l’area solamente in 3 giornate, nelle quali l’amianto viene spruzzato con una speciale vernice incapsulante, che ne segnala il degrado strutturale. Quello che vediamo in forse è solamente un momentaneo palliativo.