Nell’autunno e nell’inverno appena trascorsi, la situazione delle isole ecologiche di Nago Torbole è stata oggetto di continue segnalazioni e proteste da parte della cittadinanza per l’evidente stato di degrado ed incuria. A tal riguardo è di pochi giorni fa l’annuncio che dal 23 maggio si potrà accedere alle isole ecologiche solamente con tessera personale. Pare che tutti i bidoni verranno sostituiti con nuove campane con lettore tessera per l’apertura dello stesso.

Il tempo che viene dato alla cittadinanza per adeguarsi alla nuova raccolta è molto poco (la notizia è di fine aprile) e non è chiaro cosa faranno coloro che non riusciranno a procurarsi la tessera in tempo.

Certo è che fino ad ora la raccolta rifiuti è stata molto carente, con frequenti lamentele per cassonetti strabordanti ed isole ecologiche impresentabili.

In molti casi sono state portate all’attenzione dell’opinione pubblica le pessime condizioni in cui versavano le isole ecologiche, stracolme e lasciate tali per giorni. Riportiamo alcune foto esplicative che valgono più di qualsiasi commento.

Con la stagione turistica alle porte non è più tollerabile che situazioni come quelle sopra evidenziate si possano ripetere, non solo per i turisti, ma anche per i residenti in quanto se le isole ecologiche non verranno adeguatamente manutenute rappresenteranno un innegabile problema igienico sanitario, vista la possibile proliferazione di roditori di varia specie e l’esalazione di odori sgradevoli.

Un’evoluzione del sistema raccolta rifiuti è quindi necessaria, ma ciò non toglie che deve essere fatta in tempi consoni (ad esepio non a ridosso della stagione turistica), e con il giusto preavviso.

A tal riguardo i consiglieri di Progetto Comune, hanno presentato una mozione il 30 marzo scorso dal titolo: “Gestione dei rifiuti e decoro delle isole ecologiche, urge un intervento mirato per risolvere la situazione prima della stagione turistica”.

La mozione non è stata discussa durante gli scorsi consigli comunali del 27 e 28 aprile per carenza di tempo, ma crediamo che le richieste in essa contenute rimangano inderogabili.

Eccovi la lista delle richieste da noi presentate nella mozione del 30marzo scorso:

  1. Interfacciarsi in maniera chiara con l’ente gestore della raccolta dei RSU in modo da poter avere un controllo diremmo quotidiano sulla gestione delle isole ecologiche
  2. Richiedere con decisione il mantenimento del decoro delle isole ecologiche con la periodica sostituzione dei contenitori danneggiati che rappresentano, insieme allo scarico incontrollato di materiali, un pessimo biglietto da visita per il nostro comune.
  3. Definire, anche in concerto con la Polizia Locale, specifici sopralluoghi mirati al fine di dissuadere coloro che, in maniera abusiva ed in modo incontrollato, utilizzano in modo difforme dalle regole le isole ecologiche abbandonando nei pressi rifiuti anche ingombranti.
  4. Qualora il punto 3 non risulti attuabile, investigare la possibilità di procedere all’installazione di un sistema di videosorveglianza atto a dissuadere comportamenti non conformi alle regole per la raccolta rifiuti.

Cogliamo l’occasione per invitare tutta la cittadinaza a fare del proprio meglio per adeguarsi al nuovo sistema, e differenziare quanto più possibile.

il gruppo Progetto Comune